Le Aree Naturali Protette, sono territori tutelati dalla legge per il loro particolare interesse naturalistico, ambientale o storico-culturale.

Le Aree Protette Italiane, oltre a tutelare un patrimonio di incredibile biodiversità, custodiscono una diversità culturale e paesaggistica tale da considerare l’Italia uno dei Paesi più belli del mondo.

Difatti, un’area protetta non è solo natura ed avventura ma anche borghi e piccoli paesi che ancora oggi conservano la loro affascinante identità costituita da storia, costumi, tradizioni e gastronomia. Tale ricchezza è contenuta nelle 871 aree protette, per un totale di oltre 3 milioni di ettari tutelati a terra, circa 2.850mila ettari a mare e 658 chilometri di costa.

Quindi perchè visitare e conoscere un’area protetta?

Perchè viaggiare è un bisogno primario.

Si viaggia per diverse ragioni, per rilassarsi, divertirsi, conoscere nuove persone o per star a contatto con la natura.

Ognuno è spinto da diverse motivazioni ma tutti siamo accumunati da bisogni simili: riappropriarci del proprio tempo, vivere un’ esperienza straordinaria, evadere dalla routine quotidiana e confrontarci con una realtà che è differente dalla propria.

Viaggiare in maniera responsabile e sostenibile significa, innanzitutto rispettare le diversità, intese come tradizioni, pratiche sociali e l’ambiente del luogo che si visita.

Il turista responsabile favorisce uno sviluppo economico locale sostenibile, poiché si rivolge ad attività turistiche locali, che a loro volta lavorano in maniera responsabile e che trasmettono, con i loro prodotti, servizi e tipicità, l’essenza e l’identità delle vostre mete.

Il turista responsabile non si limita alla visita ma si confronta, conosce ed impara.

Visitare in maniera responsabile i Parchi italiani significa compiere un’esperienza autentica e comprendere la vera essenza di un Paese di eccezionale straordinarietà naturalistica e culturale come l’Italia.